Colla San Giacomo

Torna agli itinerari bike
Cartografia I.G.C. 1:50.000 “Albenga, Alassio, Savona”
Località partenza Finale Ligure
Classificazione

Difficoltà
Dislivello mt. 800
Quota partenza
Quota arrivo
Tempo percorrenza 4 ore
Km percorsi/sviluppo 45 km
Tipo di terreno Asfalto 50% sterrato 40 % sentiero 10 %
Ciclabilità 99%
Descrizione sintetica L’entroterra di Finale Ligure offre agli amanti delle ruote grasse percorsi diversificati e di notevole interesse. In particolare, la zona dell’Altopiano delle Manie è riconosciuto come uno dei santuari italiani del fuoristrada, grazie alla vasta rete di percorsi e l’opera di divulgazione avvenuta in questi anni.
Ho voluto percorrere un tracciato che attraversa le Manie sull’antica sede della Via Romana “Julia Augusta” fino a raggiungere la Colla San Giacomo, per mezzo di una comoda strada totalmente sterrata.
Descrizione Da Finale Ligure si seguono le indicazioni per Verzi.Superato un ponticello (indicazioni “Antica Via Julia Augusta) una stradina stretta e ripida consente di raggiungere l’antica strada romana: in questo punto ne sono rimasti a testimonianza le rovine (ora restaurate) di alcuni bellissimi ponti, in particolare quello “delle Fate” ,si possono inoltre osservare le tecniche di costruzione del sedime stradale usato all’epoca.Alcuni tratti non sono pedalabili, causa l’erosione dell’acqua: l’importante è seguire i diversi segnavia che incontriamo, i brevi tratti a piedi si snodano tra foreste ricche di vegetazione. Il sentiero tra diversi saliscendi diventa sempre più largo e pedalabile: oltrepassiamo un primo nucleo di abitazioni (deviazione per la caratteristica grotta dell’Arma) , successione una chiesetta adiacente all’Osteria della Briga. Un piacevole tratto di strada bianca, pianeggiante, consente di collegarsi con la provinciale che sale da Finale, nei pressi del Ristorante Ca’ Ferrin . A questo punto, abbandoniamo l’Altopiano delle Manie, proseguendo, sulla sulla sinistra, in direzione di Voze, quindi Magnone, Vezzi Portio, S.Giorgio.

Oltrepassate le ultime case della frazione, svoltiamo a destra (indicazioni per Rocche Bianche) e iniziamo la salita per la Colla San Giacomo. La strada, dall’ottimo fondo in terra battuta, attraversa nel suo sviluppo delle magnifiche faggete, la cui ombra è particolarmente gradita nelle ore calde della giornata.Una sosta per osservare i curiosi fenomeni calcarei delle Rocche Bianche, per rimettersi in sella ad affrontare gli ultimi due chilometri che ci separano dalla nostra meta. La Colla era in epoche passate un importante collegamento tra il Finalese e l’alta Valle Bormida, e veniva l’asse stradale – dalla Pianura Padana al mare – veniva chiamata ” Via Regina” : terra di saccheggi prima dei barbari, seguiti dai Saraceni e in ultimo le truppe napoleoniche (da qui il nome del sottostante Pian dei Carsi – resti di antiche trincee scavate) .Molte sono le varianti sterrate che possono essere combinate con l’itinerario descritto.Per la discesa ho optato per la via diretta, attraverso il citato Pian dei Corsi, in direzione di Feglino e quindi ritorno a Finale Ligure.

Autore Cavaglià Antonello
Ultima percorrenza 15 luglio 2002
Periodo consigliato
Mappa
Profilo altimetrico
Foto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


quattro × = 24