Colle della Roussa

Torna agli itinerari ciaspole
Cartografia I.G.C. 1:50.000 “Valli di Susa e Chisone” e I.G.C. 1:50.000 “Torino, Pinerolo e bassa Val di Susa”
Località partenza Pian Neiretto (1200 m slm) Comune di Coazze (TO).
Il luogo di partenza è facilmente raggiungibile con auto: dalla piazza centrale di Giaveno si prosegue in direzione Coazze; prima di salire in paese si svolta a sinistra per Forno, si oltrepassa la frazione Ferria e il Santuario di Forno, seguendo la strada asfaltata si giunge in corrispondenza di un tornante dal quale parte una strada agrosilvopastorale chiusa al traffico veicolare e partenza dell’itinerario.
Classificazione 1) facile
2) medio
Dislivello 1) Alpeggio Sellery a Monte (1750 m slm) >>550 m
2) Colle della Roussa (2017 m slm) >> 835 m
Quota partenza
Quota arrivo
Tempo percorrenza
Descrizione sintetica L’itinerario qui proposto si svolge lungo l’asse principale dell’alta valle Sangone. L’ultimo tratto dell’itinerario entra nel Parco Orsiera-Rocciavré.
Descrizione Lasciata l’auto in prossimità dell’imbocco della strada chiusa al traffico, si prende la medesima. Il primo tratto dell’itinerario si svolge nel fondo valle piuttosto ombreggiato per cui è facile trovare, se il clima ci è favorevole, un buon innevamento. Superata la frazione Dragone la strada inizia a salire in modo graduale e dopo una serie di tornanti si esce dal bosco. Si ignora sulla sinistra una stradina che attraverso un ponte in legno conduce alla Palazzina Sartorio, ex casa di caccia e seguendo sempre la strada principale si raggiunge una palina nei pressi di un tornante. Da qui si scorge in lontananza l’alpeggio Sellery a Monte e poco più in alto il colle della Roussa. Si può continuare a seguire la strada con pendenza abbastanza costante raggiungendo dapprima l’alpeggio Sellery a Valle (m 1545 slm) e poi il Sellery a Monte, oppure si possono seguire le indicazioni del sentiero GTA che risale la valle con tratti a pendenza variabile. In assenza di tracce di altri escursionisti che ci hanno preceduto sulla neve si consiglia di seguire la strada in quanto benché il sentiero non presenti particolari pericoli, è facile perderlo rendendo più faticosa la risalita.
Raggiunto l’alpeggio Sellery a Monte (2h30’ dalla partenza) se si ha ancora un po’ di energia si può proseguire per il colle della Roussa. Subito dietro l’alpeggio si apre una stretta valle che conduce al colle; la salita risulta abbastanza impegnativa perché si rimonta il pendio direttamente fino la colle seguendo le paline che indicano il confine del parco. Giunti sul colle (3h15’) in giornate limpide la visuale è aperta sia verso la val Sangone e la pianura, sia verso la val Chisone e le Alpi di confine. Per chi non fosse soddisfatto, dal colle è ancora possibile raggiungere il monte Bocciarda (m 2213 slm) aggiungendo 45’ nel tempo complessivo di salita.
La discesa dal colle è rapida e divertente seguendo lo stesso percorso dell’andata (1h30’ se si segue il sentiero, 2h se si percorre per intero la strada.
Autore
Ultima percorrenza
Periodo consigliato dicembre – marzo
Mappa
Profilo altimetrico
Foto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


sette − = 3